Il nostro network: News | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Magazine | Wedding/Matrimoni
Sabato 23 Marzo 2019
English

QN. Finanziaria promossa a metà. Silvestrini (CNA): “Fare di più per gli artigiani”

Viterbo - silvestrini

Come valuta la Legge di Stabilità il Segretario Generale della CNA, Sergio Silvestrini? “Sembra espansiva e irrobustisce la ripresa stimolando l’economia”, dice in un’intervista pubblicata oggi sul quotidiano QN (La Nazione – Il Resto del Carlino – Il Giorno). Ma è una finanziaria promossa a metà da Silvestrini: “E’ incomprensibile che rimanga in vita l’Imu sugli immobili delle imprese, mentre è stata abolita sull’agricoltura – sottolinea -. Così come l’ingiustificato prelievo a danno delle imprese che pagano l’8% sui bonifici e sono sottoposte alla sottrazione di liquidità con lo split payment”.

Leggi l’intervista integrale in allegato.

Documenti Allegati:
Intervista Silvestrini
pagina 6 QN
silvestrini

Sul tema è intervenuto anche l’ufficio di presidenza di Rete Imprese Italia: valuta che il governo ha imboccato finalmente la strada della riduzione delle tasse che è l’unica via per rafforzare i segnali di ripresa che si registrano nell’economia. E’ altrettanto evidente, però, che per avere le risorse necessarie per proseguire e consolidare la via della riduzione della pressione fiscale su imprese e famiglie è indispensabile un’azione più decisa e profonda di riduzione della spesa pubblica improduttiva rispetto alla quale il governo si è dimostrato ancora timido. Nel dettaglio, sono state accolte alcune richieste di Rete Imprese Italia che vanno incontro alle esigenze di gestione del sistema delle piccole e medie imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dell’artigianato. Si apprezza, innanzitutto, l’aver scongiurato l’aumento dell’Iva che sarebbe stato un vero e proprio “autogol” per la dinamica dei consumi, l’aumento della franchigia Irap, la revisione del regime forfettario dei “contribuenti minimi”, la possibilità di recuperare immediatamente l’lva sui crediti insoluti, compresa la proroga per le agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie (compreso bonus mobili), ed ecobonus. Mancano, però, all’appello alcune importanti misure che discriminano i settori produttivi rappresentati da Rete Imprese Italia rispetto ad altri: la deducibilità totale dell’lmu sugli immobili strumentali, compresi negozi ed alberghi, e soprattutto una parte della Delega Fiscale che è rimasta lettera morta. Da qui la necessità che l’iter parlamentare corregga alcune impostazioni che danneggiano pesantemente le piccole e medie imprese che in Italia rappresentano oltre il 90% del tessuto produttivo.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da CNA Viterbo e Civitavecchia ed è stato inizialmente pubblicato su www.cnaviterbocivitavecchia.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Viterbo OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia