Il nostro network: News | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Magazine | Wedding/Matrimoni
Giovedì 22 Agosto 2019
English

Gli appuntamenti del fine settimana in alcuni borghi della Tuscia viterbese

Viterbo - Segnaliamo alcuni appuntamenti in svolgimento in vari centri della Tuscia viterbese nei giorni di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 gennaio 2015.     ***   Acquapendente, La stagione del Teatro Boni   Domenica 11 gennaio 2015, ore 17,30 Animula, vagula, blandula: Adriano, l uomo Scritto da Flavio Marigliani, con Roberto Santi; regia di Sandro Nardi   Animula, vagula, blandula , interpretato da Roberto Santi e scritto e diretto da Flavio Marigliani, un monologo tutto dedicato alla figura di Adriano, uno fra gli Imperatori più amati e discussi dell epoca romana.   Partendo direttamente dalle fonti storiche greche e latine, il testo ricostruisce la vita dell imperatore Adriano, senza dimenticare le suggestioni che la sua figura storica ha esercitato sul mondo moderno. La scelta registica è basata sull idea di spogliazione: durante lo spettacolo, Adriano metterà letteralmente a nudo le scene e le sculture di Paolo Garau, accompagnando in questo modo il progressivo denudarsi dell anima del protagonista, interpretato da Roberto Santi. Le musiche di Alessio Moneta accompagnano questo percorso di svelamento, non come semplice commento sonoro, ma imponendosi come un secondo personaggio che segue il protagonista nel suo percorso di vita.   Affrontare un personaggio già noto al grande pubblico, come quello di Adriano, ha imposto al regista e all interprete l obbligo di cercare una nuova chiave interpretativa. Si è preferito pertanto un allestimento moderno e profondamente simbolico, rispetto ad una messa in scena filologica , con la precisa volontà di avvicinare il pubblico di oggi ad un uomo vissuto quasi duemila anni fa, ma le cui idee hanno validità e importanza ancora nel secolo attuale.   Teatro Boni, Piazza della Costituente n. 9, direzione artistica di Sandro Nardi     Info: 0763.733174; 338.47 4399     ***   Carbognano, La stagione del teatro Bianconi     Domenica 11 gennaio 2015, ore 17,00 Come tre arringhe , con Marco Falaguasta, Marco Fiorini e Pietro Scornavacchi     Teatro Bianconi, via Fontanevecchia 12, Carbognano; Telefoni 0761.613695; 340.1045098; www.teatrobianconi.it   ***   Montalto di Castro, La stagione del teatro Lea Padovani     Sabato 10 gennaio 2015, ore 21,00   Musical Ciao Lucioehellip; , omaggio a Lucio Dalla scritto e diretto da Ermanno Croce.     Teatro Lea Padovani , via Aurelia Tarquinia n.58 ; 0766.870115   Secondo la critica Ciao Lucio è lo spettacolo più vero ed emozionante che sa parlare al cuore della gente così come il nostro Lucio ha saputo fare con le sue canzoni .   Si tratta di un viaggio di emozioni, filmati e testimonianze dirette, attraverso i brani del cantautore bolognese.   Un tributo alle molteplici eterne emozioni che l artista ha regalato, attraverso un colloquio che fa da filo conduttore tra lui ed Ermanno Croce, direttore artistico e presidente della Sanremo Academy, presente sul palco con le sue immagini e i suoi suoni.   Lo spettacolo è reduce da un fortunato tour che ha toccato Toscana, Sicilia e Puglia, è organizzato dalla Sanremo Academy Productions con la collaborazione della Asd Free Dance di Viterbo diretta da Claudia Tassi.   In scena oltre ai giovani artisti della nuova Compagnia Sanremo Academy, le tre allieve della Free Dance, Giulia D'Alessio, Rebecca Saviano e Asia Andreoli, che hanno frequentato i corsi di danza e recitazione dell'Academy entrando, grazie alla loro bravura, a far parte della compagnia itinerante del musical. L'artista Carmela Moffa, con la sua disarmante originalità artistica, sarà l interprete di Iskra Menarini, vocalist storica di Lucio Dalla.   Gli artisti dello spettacolo canteranno dal vivo su basi musicali del grande cantautore, ci saranno momenti di danza e di recitazione       ***   Tuscania, La stagione del Teatro Rivellino   Domenica 11 gennaio 2015, alle 17,30, andrà in scena Il matrimonio può attendere di Diego Ruiz con Francesca Nunzi e Diego Ruiz per la regia di Nicola Pistoia-   Meglio single che male accompagnati? Sicuramente, però se sei una donna e non hai più vent anni ti devi rassegnare a farti chiamare signora , perché se rispondi che non sei ancora sposata fai un inesorabile figuraccia. E se sei un uomo? Alcuni dicono che sei più fortunato. Sehehellip; all apparenza! Quindi forse è meglio mettere la testa a posto e arrendersi al corso della vita.   Info 0761 4454250 endash; 348 1219149 endash; 335 474640       ***   Viterbo, sabato 10 gennaio 2015, ore   X Stagione concertistica pubblica dell'Università della Tuscia 2014-2015 Viterbo, Auditorium di S. Maria in Gradi, Direttore artistico Franco Carlo Ricci. In collaborazione con il Comune di Viterbo, Laziodisu (ente per il diritto agli studi universitari del Lazio),   Sabato 10 gennaio 2015, ore 18.00   Matteo Cossu, violino; Matteo Dal Monte, flauto; Luigi Laterza, pianoforte   Antonio Vivaldi (Venezia 1678-Vienna 1741) Concerto in re maggiore per violino, flauto e pianoforte RV 512 Allegro molto, largo, allegro   Johann Sebastian Bach (Eisenach, 1685-Lipsia, 1750) Concerto per violino, flauto e pianoforte in do minore BWV 1060 Allegro, adagio, allegro   Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo, 1756-Vienna, 1791) Divertimento in re maggiore K.136 Allegro, Andante, Presto (trascrizione per violino, flauto e pianoforte)   Nino Rota (Milano 1911-Roma 1979) Trio per flauto, violino e pianoforte Allegro ma non troppo, andante sostenuto, allegro vivace con spirito   Franz Doppler ((Leopoli 1821-Baden bei Wien 1883) Andante e Rondo per flauto, violino e pianoforte   George Gershwin (Brooklyn, New York 1898-Los Angeles1937) The Man I love (trascrizione per violino, flauto e pianoforte)       ***     Viterbo, Le immagini della Vergine   Mostra di dipinti dei secoli XVII e XVIII provenienti dal territorio della Diocesi di Viterbo allestita nella sala del Conclave del Palazzo dei Papi.   E' da tempo iniziata da parte della Diocesi una opera di valorizzazione e promozione del grande patrimonio culturale troppo spesso sottratto all attenzione pubblica. Si tratta di elementi di grande valore culturale e storico, prodotti dalla fede popolare e dalla raffinata abilità di artisti che nel corso degli anni hanno fornito l interpretazione agli aneliti religiosi. Tra le innumerevoli opere presenti, ed in accordo con la Soprintendenza per i Beni Artistici, verranno esposte alcune recentemente restaurate o tuttora in corso di restauro che raffigurano interpretazioni iconografiche della Vergine Maria. Alcune di queste opere sono di particolare bellezza e per alcune si era persa traccia oppure non erano mai state attribuite all artista che le ha eseguite. La mostra viene presentata dall Ufficio Beni Culturali della Diocesi grazie all intuito del direttore Santino Tosini in stretta collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Artistici (funzionario di zona dr. Giannino Tiziani) e la Fondazione Carivit e grazie al contributo di alcuni sponsor, primo tra tutti il Comune di Grotte di Castro, che hanno sostenuto e reso possibile la realizzazione dell evento. Orario di apertura: tutti i giorni 10-13 endash; 16-19; ingresso gratuito, La mostra rimarrà aperta fino al 1 febbraio 2015..   I dipinti in mostra:   Immacolata con i Duchi di Latera endash; Monastero S. Maria della Grazie endash; Farnese endash; dipinto recentemente restaurato; Madonna con il Bambino e Santi endash; Chiesa S. Giovanni Battista endash; Grotte di Castro (dipinto inedito e mai pubblicato) endash; di grande effetto plastico e di grande pregio endash; recentemente restaurato; Matrimonio della Vergine endash; Chiesa San Clemente endash; Latera; Morte di San Giuseppe endash; Chiesa San Clemente endash; Latera; Madonna dei sette dolori e santi endash; Comune di Valentano endash; dipinto recentemente restaurato; Madonna assunta in cielo endash; Chiesa di S. Giovanni endash; Valentano endash; dipinto recentemente restaurato; Immacolata Concezione e Santi endash; Chiesa Parrocchiale endash; Onano endash; dipinto recentemente restaurato; Trasporto della Santa Casa endash; Episcopio endash; Viterbo (dipinto inedito e mai pubblicato) endash; recentemente restaurato; Natività endash; Chiesa SS. Andrea e Giovanni endash; Canino (dipinto inedito); Annunciazione endash; Cattedrale endash; Viterbo; Matrimonio mistico di Santa Caterina endash; Episcopio endash; Viterbo; Stendardo processionale endash; Episcopio endash; Viterbo (restaurato da circa 10 anni e mai mostrato in pubblico).     ***     Sacro e Profano. Capolavori a Viterbo tra il Quattrocento e il Settecento Fino al 31 gennaio 2015   La mostra è articolata in sei sono le sedi espositive: da Palazzo dei Priori al Museo civico, passando per le due importanti chiese di San Silvestro e del Gonfalone sino ai musei del Colle del Duomo e dell Abate a San Martino al Cimino.   A Palazzo dei Priori, cappella Palatina, il sacro è rappresentato da l Incredulità di San Tommaso di Salvator Rosa, trasferita temporaneamente dalla sede del Museo civico e da la Visitazione di Maria ad Elisabetta di Bartolomeo Cavarozzi. Il profano è invece rappresentato da Ercole e Onfale di Romanelli (sempre trasferita dal civico).   Nella chiesa di San Silvestro si possono scoprire le 14 virtù profane di Palazzo Spreca, mentre nel Museo del colle del Duomo si trova la Crocifissione di Cristo tra i dolenti qui attribuita alla scuola michelangiolesca.   E ancora: nella chiesa del Gonfalone merita attenzione lo Stendardo processionale, di Giovanni Francesco Romanelli, Battesimo di Cristo e Maria Santissima del Riscatto con San Bonaventura.   C è poi il Museo civico con la Flagellazione di Cristo e la Pietà di Sebastiano del Piombo oltre a la morte di Santa Maria egiziaca di Marco Benefial e il Sacrificio di Polissena di Domenico Corvi.     Infine, il Museo dell Abate a San Martino dove è conservato lo splendido Stendardo di Mattia Preti con il Cristo Eucaristico e San Martino che dona il mantello al povero.   La mostra, promossa dal Comune di Viterbo e patrocinata dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Lazio, dalla Diocesi di Viterbo e dalla Fondazione Carivit, ha un comitato scientifico costituito dal curatore Andrea Alessi, dal soprintendente Anna Imponente, dall ex soprintendente del Polo museale romano, Claudio Strinati, e dai professori della Facoltà di Conservazione dei Beni culturali Mediterranea di Reggio Calabria Enzo Bentivoglio e Simonetta Valtieri.       ***   Viterbo, Ex tribunale di piazza Fontana Grande, fino all 11 gennaio 2015   Frammenti e Anima , mostra di sessanta opere del pittore viterbese Romano Liviabella a dieci anni dalla scomparsa. Evento a cura del fotografo Ugo Poggi. L'iniziativa rientra nell'ambito delle manifestazioni promosse dall'assessorato alla cultura del Comune di Viterbo e l'allestimento è a cura dell'architetto Stefano Labellarte. Orario di apertura: dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.   Info www.visit.viterbo.it       ***     Le iniziative dell associazione Archeotuscia       Venerdi 9 Gennaio 2015, ore 17. Conferenza presso la Prefettura di Viterbo - Sala Coronas sul tema Tunicam et Vellosellum. L'abbigliamento nell'Alto Lazio nel XIV e XV secolo . Relatrice Elisabetta Gnignera, storica del costume.   Domenica 11 Gennaio 2015: Ischia di Castro: escursione sulle tracce della via Clodia al cavone etrusco di Castro con attraversamento del torrente Olpeta e visita al colombaio, alle tombe della Biga e del Principe Massimo. Percorsi facili con qualche leggera difficoltà. Partenza ore 8.30 da Viterbo, piazza Crispi davanti al Museo Civico. Ritorno ore 13 circa.   ***    (mercoledì 7 gennaio 2015)     a cura dell'urp@provincia.vt.it

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Provincia di Viterbo ed è stato inizialmente pubblicato su www.provincia.viterbo.gov.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Viterbo OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia